[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

4 GIUGNO: CENTINAIA LE ADESIONI ALL'APPELLO CONTRO LA PARATAMILITARE



4 GIUGNO: IL MONDO DELL'ASSOCIAZIONISMO, DELLA POLITICA, DEL GIORNALISMO E
DELLO SPORT,  LANCIANO UN APPELLO ALLE MASSIME CARICHE ISTITUZIONALI PER
SOPENDERE LA PARATA MILITARE.

Carlo Azeglio Ciampi
Presidente della Repubblica

Giuliano Amato
Presidente del Consiglio
Palazzo del Quirinale
(e.mail redazione.web@palazzochigi.it)
00187 Roma
(spedire per lettera senza affrancare)
(oppure per fax 06/46992384)

Sergio Mattarella
Ministro della Difesa
(e.mail webmaster@difesa.it)

p.c. Associazione Obiettori Nonviolenti
(e.mail aonroma@obiezione.it)


4 GIUGNO, FESTA DELLA REPUBBLICA: PARATA MILITARE? NO GRAZIE!

"L'Italia - afferma l'articolo 1 della nostra Costituzione - Ŕ una
repubblica democratica, fondata sul lavoro". Sempre la nostra Costituzione
all'articolo 11 afferma: "L'Italia ripudia la guerra come strumento di
offesa alla libertÓ degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle
controversie internazionali...". Consideriamo quindi anacronistico,
festeggiare la festa della nostra repubblica con una parata militare. La
Repubblica, non si esaurisce con chi vive buona parte del suo tempo dentro
una caserma, ma esprime tanti soggetti vitali che lavorano per la sua
crescita. Nel nuovo millennio, la guerra non si pu˛ considerare la
prosecuzione della politica con altri mezzi, ma semplicemente la sconfitta
dell'intelligenza politica. Per questo, esaltare la nuova potenza militare
italiana, anche sotto le mentite spoglie delle operazioni militari di pace,
Ŕ fuori dalla storia.
Inoltre questa parata avrÓ dei costi economici notevoli, mentre il Governo
lascia morire, per totale mancanza di fondi, il servizio civile.
Chiediamo pertanto di sospendere la parata militare. Ma soprattutto di
avviare una riflessione su cosa dobbiamo difendere, da chi, e con che mezzi.
Ci accorgeremo che avremmo sempre di pi¨ bisogno della solidarietÓ e sempre
meno della forza.

Massimo Paolicelli (Presidente dell'Associazione Obiettori Nonviolenti),
Ermete Realacci (Presidente di Legambiente), Don Tonio Dell'Olio
(Coordinatore naz. Pax Christi), Raffaele Salinari (Presidente del Cocis),
Giulio Marcon (Presidente del Consorzio Italiano di SolidarietÓ), Riccardo
Barenghi (direttore Il Manifesto), Damiano Tommasi (giocatore della Roma),
Franco Grillini (presidente on. Arci Gay), Grazia Francescato (Presidente
dei Verdi), Francesca Chiavacci (deputato DS), Luigi Manconi, Stefano
Semenzato, Natale Ripamonti, Paolo Cento, Massimo Scalia (deputati Verdi),
Giovanni Russo Spena, Franco Giordano, Ramon Mantovani, Maria Celeste
Nardini, Tiziana Valpiana, Luca Cangemi, Walter De Cesaris, Giorgio
Malentacchi (deputati PRC), Alfio Nicotra (Responsabile pace PRC), Eugenio
Melandri (Chiama l'Africa), Padre Angelo Cavagna (GAVCI), Don Gianni Novelli
(Cipax), Davide Berruti (coordinatore naz. Associazione per la pace),
Massimo Valpiana (Movimento Nonviolento), Falco Accame (ANAVAFAF), Walter
Caporale (Presidente degli Animalisti Italiani), Gianluca Felicetti e Adolfo
Sansolini (Lega Anti Vivisezione), Giancarlo Salvoldi (Campagna Kosovo),
Roberto Minervino (Lega Obiettori di Coscienza), Alessandro Marescotti
(Peacelink), Federico Starnone (scrittore), Domenico Gallo (avvocato),
Francesco De Notaris (giornalista), Tano D'Amico (fotografo), Stefano
Carofei (fotografo), Mario Rullo (grafico), Vincenzo Iodice (sindaco del
comune di Santa Maria Capua Vetere), Franco Iannucci (Assessore comune di
Aversa), Nicola Lamattina (Assessore comune di Caggiano), Enrico Maria
Borrelli e Murizio Magistrelli (portavoce Associazione Obiettori
Nonviolenti), Sirio Conte e Giannina Dal Bosco (portavoce Associazione per
la pace), Tommaso Di Francesco (giornalista il Manifesto), Camillo Cantelli
(presidente Arci Ragazzi Caserta), Domanico De Crescenzo (formatore Arci
Ragazzi), Mario Gay, Anna Schiavoni, Luca Lo Conte, Anna Cazzoli, Francesca
Fois, Andrea Fares (Cocis), Filippo Thiery (Segretario Coordinamento
Obiettori di Coscienza di Roma), Mauro Riccardi (Casale Podere Rosa),
Stefano De Angelis (Fondazione Nino Pasti), Mauro Romanelli (biologo), Don
Gianluca Sangalli, Cristina Zadra, Renato Marinaro, Enrico Peyretti,
Cooperativa Pangea, Partito Umanista,
Seguono centinaia di altre firme

Informazioni sul sito internet www.obiezione.it

________________________________________________________________________
Get Your Private, Free E-mail from MSN Hotmail at http://www.hotmail.com