[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

comunicato "Premio Uguali nella diversità"



Contatti:
Susanna Trenta
S h a d d i d a n d a
Uff. stampa "Premio Uguali nella diversità"
0688644017
3482307987
tresign@inwind.it




  Premio Uguali nella diversità 2001
http://www.uguali.it




VII edizione, ore 21, Padova
Organizzazione: Raggruppamento degli imprenditori del Camposampierese
Unindustria Padova




comunicato stampa






Il Premio Uguali nella diversità 2001, promosso dagli imprenditori del
Raggruppamento del Camposampierese di Unindustria Padova e giunto alla sua
VII edizione, vuole far emergere storie signi-ficative legate al mondo
della disabilità e dell'handicap.  
I disabili che quotidianamente superano difficoltà, ritagliandosi spazi di
autonomia sociale o lavorativa, alla ricerca di un'esistenza di normalità,
vengono letti e proposti - soprattutto alle nuove generazioni - come
moderni protagonisti ed esempi di vita.

Per partecipare alla VII edizione del Premio Uguali nella diversità 2001
occorre raccontare,  in circa 100 righe dattiloscritte, la propria vicenda
di disabile o quella di un parente, amico o conoscente disabile.

Una giuria, composta in parte dagli organizzatori del Premio e in parte da
personaggi del mondo della carta stampata e dello spettacolo, proclamerà i
tre vincitori nella serata del 27 ottobre 2001, segnalando inoltre altri
scritti ritenuti particolarmente interessanti.

La partecipazione alla selezione del Premio Uguali nella diversità 2001 è
gratuita e aperta a chiunque ritenga di avere una storia sulla disabilità
 da raccontare. Gli scritti non potranno superare le 100 righe
dattiloscritte e dovranno riportare i dati personali (nome, cognome,
indirizzo, recapito te-lefonico, indirizzo e-mail) del candidato, oltre a
una dichiarazione sottoscritta che autorizzi l'organizzazione del Premio
alla eventuale pubblicazione e divulgazione della storia attraverso i media
e tramite qualsiasi supporto.

Le storie dovranno pervenire entro e non oltre il 15 ottobre 2001 alla
Segreteria del Premio Uguali nella diversità 2001, via e-mail
(premio@uguali.it), via fax (049/9302800) o via posta ordinaria  al
seguente indirizzo: Premio Uguali nella diversità 2001, c/o Centro Efesto,
via dei Ti-gli 22, 35010 Loreggia (Padova).

Il Premio Uguali nella diversità 2001 è supportato da oltre 250 radio
private italiane

Ulteriori informazioni sulla VII edizione del Premio Uguali nella diversità
2001 possono essere reperite sul sito www.uguali.it, inviando una e-mail a
infopremio@uguali.it oppure telefonando all'ufficio stampa (tel.
06/88644017 -348/2307987).


I vincitori della passata edizione 2000

Michael Bousboom, intraprendente professionista dell'Illinois. Cieco dalla
nascita, dopo una laurea in lingua tedesca, conseguita all'università
dell'Illinois, è divenuto profondo conoscitore delle tecnologie
informatiche e telematiche e quindi manager per l'Europa di una
multinazionale americana con base operativa a a Vienna e dal 1997
consulente della Tiflosystem s.p.a., Michael conduce una vita professionale
e sociale intensa dividendo il suo tempo tra gli impegni di lavoro e quelli
di marito e padre di tre bambine

Dario Ghione, affermato avvocato di Saluzzo (Cuneo), cieco dall'età di 20
anni per una malattia degenerativa. Dario ha trovato nell'esercizio della
sua professione il mezzo per riscattarsi dal proprio handicap, divenendo
stimato consulente di grandi e piccole aziende. Sposato e pa-dre di due
ragazzi, alla morte dei suoi genitori ne ha rilevato l'azienda agricola che
oggi con-duce con attenzione ed entusiasmo nel tempo libero, con la
collaborazione della moglie e dei figli. Per tutti è quindi l'"avvocato
contadino"

Ruggero Vilnaj, divenuto paraplegico all'età di 17 anni in seguito ad un
incidente motociclistico, diplomatosi ragioniere, ha profuso tutto il suo
impegno nell'ambito sportivo ed ha creato a Villa del Conte (Padova) la
Offcarr, una società che produce carrozzine. La sua azienda esporta in
tutto il mondo il made in Italy nel campo delle carrozzine di altissima
qualità. Rug-gero, sposato e padre di una bambina, accanto alle attività
imprenditoriali che gli permettono di soddisfare i bisogni di autonomia dei
tantissimi disabili e di dare lavoro a oltre 20 dipendenti, ha trovato il
tempo per promuovere lo sport dei disabili.

Una menzione particolare è stata rivolta a Mara Fantin, vivace 27enne di
Loreggia, tetraplegica con difficoltà di comunicazione, diplomatasi nel '94
in analisi contabile. Conferiti inoltre due riconoscimenti a quegli
imprenditori contraddistintisi per la realizzazione di efficaci iniziative
di integrazione e partecipazione di persone disabili nel lavoro e nella
vita sociale.








La comunicazione dell'evento è curata dall' agenzia s h a d d i d a n d a
(www.shaddidanda.it )