[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Comunicato Stampa



CHIESA, STATO E MUSULMANI
NELLA NOTA DEL VESCOVO CARD. BIFFI

 Sollecitato da vari a intervenire, mi sono sempre rifiutato. Ora
che ho trovato il tempo di leggere la nota integralmente fino alla
virgola, dico modestamente cosa penso.
La trovo ottima nel complesso. Non condivido nella sostanza il
capitolo III sulla immigrazione. Mi sembra inammissibile ridurre
l'Islam alla sua componente fondamentalista e mi sembra ingiusto
chiedere allo Stato di discriminare l'accoglienza ai musulmani
rispetto ai cristiani.
I pericoli che il card. Biffi paventa sono reali, non immaginari;
ma il rimedio è un altro. Come i barbari erano un pericolo per i
romani, ma il rimedio sarebbe stato che i romani la smettessero
di gozzovigliare e rapinare il mondo intero a proprio vantaggio,
così il rimedio oggi è che i paesi cristiani si convertano dal
paganesimo dilagante, si rafforzino nella fede e nelle virtù
evangeliche.
 Chiedere reciprocità ai paesi musulmani è giusto. Ma non
possiamo negare la libertà religiosa a loro perchè alcuni di essi
la negano a noi. Il Vangelo dice di porgere l'altra guancia, non di
restituire lo schiaffo. Ciò non è detto espressamente dal card.
Biffi, ma il senso sembra essere tale; così si rischia di fomentare
il fondamentalisno e il razzismo, anzichè spegnerlo, come pare
stia già avvenendo.

p. Angelo Cavagna
Bologna 24 ottobre 2000