[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Un tumore in cambio del pizzico di una zanzara



Title: Un tumore in cambio del pizzico di una zanzara

COMUNICATO 28/05/07

Un tumore in cambio del pizzico di una zanzara
Cala infine un altro velo grazie alle notizie divulgate da “L’Espresso” (31/05/07).


 
 

Con l’articolo di copertina de l’Espresso
“SOS CANCRO”
“Gli italiani colpiti dai tumori crescono a ritmi vertiginosi.
E ora si ammalano anche i bambini”


veniamo ad apprendere ufficialmente quello che era sotto gli occhi di tutti, con un pugno nello stomaco in più: i tumori dei bambini sono aumentati in venti anni del 23% (leucemie), del 49% (sistema nervoso centrale) e del 72% (neuroblastomi).
Il tutto dovuto all’aumento dell’inquinamento chimico.
 
Eppure nessuno scienziato o cittadino di buon senso è riuscito fino ad oggi a fermare l’azione di quei Comuni italiani le cui amministrazioni continuano ad irrorare allegramente con sostanze chimiche tossiche e spesso cancerogene le nostre teste, le nostre case, i nostri terrazzi, con il pretesto della “lotta alla zanzara tigre”.
Alcune sostanze irrorate fino all’anno scorso (ma proibite in altri stati europei) sono state solo quest’anno vietate anche da noi … ma sappiamo che si devono sempre “esaurire le scorte”.
 
Il controllo di pesticidi ed insetticidi obbligatorio in campagna non esiste nelle città … e poiché le malattie (non solo tumori: le sostanze impiegate sono causa di malattie neurodegenerative, di disturbi del sistema endocrino e riproduttivo, e di patologie di vario genere come allergie, asma, ecc) si verificano anni dopo l’esposizione, la prova non esiste se non si fanno studi appositi. Le nubi di insetticidi continuano ad essere sparate ancora dalle pompe, in giro sui furgoncini per tutte le città.

Il Comitato Scientifico EQUIVITA
si appella a chiunque sia a conoscenza di una disinfestazione aerea in atto o programmata contro la zanzara (lotta adulticida, che colpisce la zanzara adulta e di conseguenza non fa niente, al contrario la rinforza) di dissuadere chi la esegue, minacciando azioni legali.
Per quanto riguarda invece la lotta larvicida, unica efficace (fatta generalmente nei tombini) essa è accettabile, purché vengano usate sostanze innocue (che non avvelenino le falde acquifere).
Il Comitato Scientifico EQUIVITA si appella alle Istituzioni perché approntino al più presto delle leggi per regolamentare queste pratiche di lotta contro tutti gli infestanti, che anticipino il Regolamento Europeo REACH, e perché facciano in modo che gli interessi di mercato, almeno in questo settore tanto circoscritto, non vadano a ledere direttamente la salute nostra e dei nostri bambini.

Per maggiori informazioni su questo tema consultare il sito www.infozanzare.info <http://www.infozanzare.info> e in particolare le conclusioni del Convegno “Zanzare e altro…in Italia” che Equivita, insieme al WWF Lazio e ad altre associazioni ha organizzato su questo tema al CNR di Roma il 14 di questo mese.
Vi potrete trovare indicazioni importanti sui metodi di lotta naturali alle zanzare, quelli che tutti dovrebbero adottare, se necessario (ma le zanzare sono assai meno fastidiose di prima, perché ci siamo assuefatti alle loro punture).
 
Comitato Scientifico EQUIVITA
Tel. +39.06.3220720, oppure: +39.335.8444949
email: equivita at equivita.it, www.equivita.org