[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: [africa] Una società coreana ...



Non volevo assolutamente dire che la questione non è degna di interesse, anzi, però
è bene essere aggiornati sugli sviluppi, il fatto che gli accordi sono stati poi
interrotti mi pare un segno da non sottovalutare.

In più, il testo originariamente mandato non ha per nulla soddisfatto la mia sete di
 conoscenza, si è soffermato sui soliti concetti prefatti che le multinazionali sono
brutte e cattive e voglio sfruttare il mondo (il chè mi pare molto semplicistico,
anche se in fondo la sostanza è quella). Mancano però riflessioni profonde (e con
basi scientifiche) su ciò che significherà per il Madagascar la vendita dei terreni,
le conseguenze sulla popolazione, il fatto che probabilmente tutti i prodotti
necessari alle lavorazioni, così come la manodopera, saranno importati dalla Corea.
Perchè (non) conviene al Madagascar vendere la terra? Come verranno sfamati gli
abitanti dell'isola? Ci sono altri esempi così eclatanti nel mondo di multinazionali
che comprano un paese? Che sviluppi ci sono stati? ecc.

Poi compare anche un errore piuttosto grave riguardo al PIL dei due paesi:

[Madagascar] per un Prodotto Interno Lordo (PIL) nominale di 10.000 milioni di dollari.

[Corea] PIL di un miliardo 72.975 dollari. = 1.000,072 milioni

=> secondo il testo, il Madagascar ha un PIL 10 (!) volte maggiore della Corea,
anche se il reddito pro capite è 27 volte minore... Continuando i calcoli, il
Madagascar avrebbe 11 Mio di abitanti (in realtà sono 16 Mio) e la Corea ne dovrebbe
avere 40.000 (!!!).
 Secondo WIkipedia, il PIL (PPA 2005) del Madagascar è di 16.228 milioni di $,
mentre il PIL (PPA 2006) della Coreaè di 1.276.000 milioni di $. Tutta un'altra cosa.

Non è che le cifre siano indispensabili, ma questo ed altri errori fanno capire che
l'articolo di Megachip non sia poi fatto così attentamente.
La cosa si fa sentire soprattutto quando qualche lettore meno attento e più
fiducioso nell'autore scrive le proprie considerazioni basandosi su dati sbagliati
(e l'articolo complessivamente è a mio avviso molto poco serio), alimentando una
catena di informazioni errate...

Anche a me succede di non controllare a volte i testi che inoltro (o di riflette se
questi testi possono ferire la "sensibilità" dei lettori dall'altra parte dello
schermo), e confido in quel caso negli altri utenti più attenti, che mi facciano
notare l'errore e si ricerchino allora informazioni più attuali/più esatte.

Perguntando Caminamos!

Hasta siempre

Ascar


luisa.rizzo ha scritto:
> grazie antonio ma anche ad ascar
> in effetti sarebbe stato meglio verificare
> qualche perplessita' sull'articolo mi e' venuta
> ma poi mi son  fidats delle fonti, due, c'era anche attac,
> e ... vista l'ora tarda ... ho inviato
> 
> il tema mi pare comunque ancora centrale rispetto alle vicende in atto
> chi ha altri riferimenti li puo' inviare?
> (magari in italiano ;-)
> 
> vi giro invece in francese
> una presa di posizione di alcune associazioni ambientaliste
> ''reperita'' qui
> 
> http://www.madagascar-tribune.com/L-arbre-ne-doit-pas-cacher-la,11551.html
> 
> 
>